Consigli sulla SEO per Blog e Siti Web

Consigli sulla SEO

Consigli sulla SEO

Nello scorso articolo abbiamo visto come funzionano i motori di ricerca, oggi invece parleremo dei fattori principali che influenzano il posizionamento di un Sito Web su Google. Premetto che questa guida si rivolge soprattutto a blogger e utenti alle prime armi con la SEO, ma che hanno la curiosità di conoscerne gli aspetti principali.

 

SCELTA DELLA KEYWORD

La keyword, o keyphrase quando sono più parole, si riferisce a ciò che un utente scrive sulla barra di ricerca. Quindi scegliere la più idonea a ciò che offri è l’aspetto più rilevante, perchè in base a quella, le persone ti troveranno.

Se per esempio la tua attività si occupa di pizze a domicilio, una buona keyphrase potebbe essere “pizza a domicilio zona X”. Bisogna però tenere conto di quanta concorrenza c’è su quella keyword.

Su questo Google aiuta molto. Avrai sicuramente notato, quando cerchi qualcosa, che in alto appare una scritta di questo tipo 

Ecco, ciò sta ad indicare quanto è satura quella keyword.
Ovviamente, maggiore è il numero dei risultati e più lavoro bisogna fare per raggiungere una buona posizione.
Come vederemo ora, questa scelta influenzerà molti aspetti che seguiranno.

 

IL TAG <TITLE>

È molto importante far capire subito al motore di ricerca di cosa tratta il proprio Sito Web e soprattutto che sia coerente con la keyword scelta. Lo si fa tramite il tag <title>. Del resto come dice la parola, è il titolo della pagina.

Da non confondere con il titolo grande del Sito. È il nome che si vede in alto nella scheda del browser.

Inoltre ha numero limitato di caratteri che si possono inserire, ed è intorno ai 60.

 

URL

Sempre più spesso notiamo Siti Web con URL molto lunghi, che racchiudono la keyword. Questo perchè Google privilegia questo aspetto. Riprendendo l’esempio di prima, delle pizze a domicilio, un URL potrebbe essere www.pizza-a-domicilio-zona-x.it.

È chiaro che comunque non devi fossilizzarti troppo su questo aspetto. Se hai un negozio conosciuto con un certo nome è sempre meglio usare quello. Magari crea una pagina apposita che abbia il nome della keyword scelta. Esempio www.nomedellamiapizzeria.it/pizza-a-domicilio-zona-x

GLI HEADER

Questi invece si riferiscono al titolo e ai sottotitoli presenti nel Sito Web. Immagina una pagina di giornale. Troviamo il titolo principale, in alto, con il nome della testata e a scendere i vari sottotitoli con i diversi argomenti.

Il Sito Web per essere organizzato in maniera corretta, deve seguire una logica simile. Questo perchè Google considera ordinata una pagina che segue questa direttiva. Quindi scegliete il numero giusto di tag <h1>, <h2>, <h3>, ecc.

 

NUMERO DI VOLTE IN CUI COMPARE LA KEYWORD NEI CONTENUTI

Questo aspetto è molto delicato. In passato gli operatori SEO abusavano di questa tecnica, inserendo la keyword moltissime volte nei contenuti di un Sito Web. Il risultato era di leggere frasi senza quasi un senso logico, che confondevano l’utente.

Così Google, nei suoi vari aggiornamenti al proprio algoritmo, decise di penalizzare i Siti che adottavano tale pratica. Quindi il consiglio che vi do, è di inserire la keyword in maniera naturale, senza esagerare.

 

VELOCITÀ DI CARICAMENTO DEL SITO WEB

Google è sempre dalla parte degli utenti. E si sa, a tutti scoccia aspettare che una pagina Web si carichi. Ci sono 2 fattori che ne influenzano la velocità. Il Server in cui risiede il Sito e l’ottimizzazione del proprio codice sorgente.

Quest’ultimo può essere migliorato solamente da chi conosce la programmazione Web, mentre la scelta dell’Hosting è più alla portata di tutti, come dichiarato nell’articolo “Guida alla scelta del miglior Hosting”. In linea di massima concentratevi su provider che offrono soluzioni di server semidedicati e con una buona banda mensile di traffico.

Personalmente vi consiglio molto Siteground.

 

AVERE UNA SITEMAP

Creare una Sitemap ottimizzata per Google velocizza l’azione degli Spider Web nello scansionare il tuo Sito. Come dice la parola, crei una Mappa del Sito.

Esisitono molti tools che generano una Sitemap, che successivamente andrai ad inserire nella Directory principale del tuo Sito Web.

 

USARE IL PLUGIN YOAST

Se hai un Blog in WordPress, le azioni finora citate saranno più facili tramite un famoso plugin, YOAST SEO. Si può scegliere se usare la versione gratuita o quella a pagamento. In ogni caso resta uno tra i migliori Plugin per migliorare il posizionamento del sito.

Per chi già sa muoversi in questo campo, gli risulterà molto facile usarlo, in quanto ha un’interfaccia molto intuitiva.

 

CONCLUSIONE

Siamo giunti alla fine. Ottimizzare un Sito Web sui motori di ricerca è un lavoro molto lungo in cui bisogna tenere conto di tantissimi fattori. Pensate che Google ne ha più di 200.

Questi erano solo alcuni dei principali consigli sulla SEO, magari da usare come punto di partenza. Ma vi assicuro che avere un Sito Web almeno in prima pagina, vi porterà ad avere risultati inaspettati.

Vuoi migliorare il posizionamento del tuo Sito sui Motori di Ricerca? Scopri il nostro servizio SEO.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *